Mario Adinolfi a Bergamo: una conferenza fuori dagli schemi per parlare (finalmente) dei reali problemi della società

“Mi impressionano quelli che fanno proposte per la famiglia o per la lotta alle dipendenze a dieci giorni dalle elezioni e il giorno dopo il voto già se ne dimenticano” ha esordito così Mario Adinolfi, segretario nazionale del Popolo della Famiglia, nella conferenza che si è tenuta martedì 14 maggio, nella sala del convento dei frati cappuccini di Bergamo; ha poi proseguito elogiando il lavoro di raccolta firme per il reddito di maternità fatto dai circoli bergamaschi “non a una settimana dal voto, ma cominciando da novembre, con il freddo, la pioggia e la neve”. La conferenza è stata l’occasione per illustrare il programma europeo della lista Popolo della Famiglia-Alternativa Popolare e affrontare il problema dei fondi europei non spesi dall’Italia, del mancato sostegno alle imprese familiari, dell’orribile convergenza di politica e magistratura per la soppressione di malati, anziani e disabili contro la volontà propria e delle famiglie, testimoniata in questi giorni dal caso francese di Vincent Lambert. Erano presenti i candidati bergamaschi alle elezioni europee Roberto Frecentese, del Popolo della Famiglia, e Cristina Laganà, di Alternativa Popolare. “Tutte le condizioni sembrano contro di noi – ha concluso Adinolfi – zero soldi, zero copertura mediatica. Ma noi abbiamo la fede e la tenacia di rimediare i nostri cinque pani e due pesci. Non diciamo che poiché sono insufficienti non facciamo nulla. Noi siamo quelli che operano e si affidano. Non rinunciano, non arretrano, non abiurano”.

Il video integrale della conferenza è disponibile su: https://www.youtube.com/watch?v=GD3Vr4cVpEY

Lascia un commento